Corinne Voss > Dicono di me

Dicono di me

Restituzioni dei partecipanti sul seminario Introduzione all’immaginazione attiva del 24 e 31 marzo 2021 in collaborazione con Philo – Pratiche Filosofiche, Milano.

Mi è piaciuto lo stile di Corinne. A dire il vero mi è piaciuto nel suo insieme: prima la parte teorica, spiegata in maniera chiara e con un ritmo che mi ha permesso di seguire senza affanno. Poi la parte pratica, con esercizi semplici e potenti e con la riflessione in gruppo. Mi sono sentita accompagnata con dolcezza.
Proporrei ulteriori seminari di approfondimento per chi volesse continuare.
Ho scoperto una risorsa potente e potenzialmente illimitata dentro di me, ne ho colto solo alcuni cenni, ma intuisco che possa essere un canale per accedere a energie vitali di cui raramente colgo la presenza.
Ho apprezzato la semplicità degli esercizi e il fatto che mi conducevano su un sentiero diverso dall’esercizio del pensiero.
– Liana Laiti, Verona

Con competenza e passione, la voce suadente e persuasiva, sei riuscita a dare forma ad una prospettiva di crescita. Il tuo amore per Jung è contagioso… Avevo studiato Jung, che avevo amato e frequentato; ho a casa anche una bellissima edizione del Libro rosso e tu sei riuscita a dare nuova vita a questa passione.
Roberto Restelli, Varese

Mi è piaciutocome hai spiegato il processo dell’immaginazione attiva, ritornandoci piu’ a volte e accompagnandolo tutte le volte con pause, con letture dirette di stralci di Jung, e ho anche adorato che ripetessi delle frasi piu’ dense o topiche. Hai accompagnato  con delicatezza la digestione di tutte le informazioni: quindi la condivisione della conoscenza del metodo ha funzionato benissimo anche per me, che mi sono avvicinata da poco a Jung, e non sono un’analista 🙂 
– Angela Serino, curatrice d’arte, Amsterdam

Ho apprezzato molto la chiarezza e fluidità dell’esposizione e l’equilibrio fra parte teorica e esperienza pratica. Grazie, davvero nutriente e prezioso.
– Carla di Quinzio, analista filosofa e formatrice, Milano

Mi è piaciuto la chiarezza dell’esposizione, la concretezza delle pratiche, il clima instaurato positivo e caldo, l’avvicinamento al metodo junghiano.
– Barbara Ghetti, formatrice in area socio-sanitaria, Forlì

Hai un dono naturale nel farti ascoltare rafforzato da spiccata autenticità di approfondimento: un seminario del genere potrebbe essere maggiormente assimilato con un numero maggiore di incontri.
– Carolina Doni, Firenze

Sono rimasta sorpresa dalla possibilità di creare in poche ore una tale intensità e comprensione dei temi.
La struttura del seminario é stata molto ben lavorata e l’idee delle ‘stanze’ é stata fondamentale per dinamizzare e rendere veramente partecipativo il seminario.
– Gaia Carabillo, artista, Bruxelles

Mi sono innamorata del concetto di dialogo con il mio inconscio, dal quel giorno mi rivolgo così al mio inconscio, gli chiedo di parlare e di venire a trovarmi, un pò mi spaventa cosa possa dirmi ma allo stesso tempo mi attira fortemente.
– Eva Laura, Milano

Il seminario sul senso e sul metodo della immaginazione attiva è stato molto interessante. Sei stata molto chiara e mi hai permesso di avere una idea di ogni fase. Anche la parte esercitativa è stata utile per comprendere la potenza dell’immagine sia la complessità nella gestione.
Grazie non solo per i contenuti del seminario e per l’esprienza ma per come li hai raccontati.
– Marina, formatrice, Milano

Mi è piaciuta la tua presentazione del tema. E’ stata molto chiara, piacevole da ascoltare ed efficace. Mi ha fatto comprendere che l’immaginazione attiva può essere integrata nel quotidiano. Prima pensavo che fosse qualcosa che si poteva praticare soltanto con un terapeuta. Ne avevo una visione come di una pratica un po’ misteriosa e tu me l’hai fatta sentire vicina.
Oltre a comunicare dei contenuti tu mi hai dato l’impressione di vivere profondamente quello di cui ci stavi parlando. Traspariva dalla tua voce e dalla tua calma.
Ci hai regalato non solo una pratica preziosa, ma anche un’esperienza molto piacevole e che resterà viva nel tempo. Grazie!
– Daniela Obialero, Como

Ho apprezzato molto la chiarezza dell’esposizione: hai fatto luce sugli aspetti fondamentali, scegliendo anche molto bene i testi di Jung per sottolineare i passaggi più significativi.
Mi sono piaciute le esercitazioni: le proposte hanno permesso di entrare subito in comunicazione tra noi, con grande semplicità e profondità (cose che apprezzo enormemente)
Mi sono “portata a casa” il prendere sul serio le immagini che emergono dall’inconscio. Il prendere sul serio il percorso di integrazione tra conscio e inconscio attraverso di esse. Grazie.
– Angela Cattaneo, consulente editoriale e analista filosofa in formazione, Saronno (VA)

Mi è piaciuta particolamente la tua capacità di esprimere con “semplicità” concetti complessi. L’altalenare tra concetti, esempi concreti e frasi riprese da Jung e Von Franz.
– Cristina Calderara, artista/arteterapeuta in formazione, Arosio (Svizzera)

Di questo seminario ho apprezzato moltissimo i temi trattati ed esposti in modo stupendo da Corinne, che con la sua voce ed il suo tono sempre pacati e gradevoli, sono risultati ancora più chiari e stimolanti, unitamente alla spontaneità dei confronti resi possibili dalle stanze virtuali.
Credo che in questo modo ognuno di noi abbia scoperto una parte di sé che si manifesta soprattutto nel trovarsi gli uni di fronte agli altri aprendosi allo scambio di pensieri e riflessioni.
Spero che presto avremo altre occasioni per crescere interiormente attraverso queste esperienze…. hai aperto un mondo di nuovi input e spazi per la mia mente e la ricerca del mio equilibrio e della mia pace interiore. Grazie di cuore e a presto!
– Daniela, educatrice infanzia, Pisa

Mi è piaciuto particolarmente la relatrice, la sua convinzione, il suo porgere, il suo trasmettere una pratica come vissuta e profondamente apprezzata in prima persona…
– Chiara Righi, Saronno (Varese)

Mi è piaciuto la scoperta di una nuova tecnica per stimolare i contatto con l’inconscio per non essere schiavo della mente.
– Michela Montagnani, Firenze

Mi è piaciuta la chiarezza e la semplicità con cui è stato trattato l’argomento. Questo mi ha permesso di chiarirmi le idee che avevo sull’immaginazione attiva.
Inoltre quello che ho apprezzato particolarmente è stato l’aspetto interattivo del corso. L’esperienza di condividere con gli altri partecipanti, ha reso il seminario più stimolante ed è stato di aiuto nel comprendere meglio i concetti.
– Cristina Bisi, ristoratrice, Milano

Ho apprezzato la dimensione generativa dell’approccio metodologico e della relazione che si è instaurata, senza sforzo, nei confronti della docente e delle persone incontrate nelle stanze zoom. Questa dimensione ha nutrito la mia parte interiore che, appena ripensa all’esperienza, è molto contenta.
Mi sono piaciuti gli apporti teorici che mi hanno incuriosito e le restituzioni comunicate con gentilezza e piacevolezza. Sono stati entrambi revelatori. E’ stato un seminario veramente costruttivo. Ho capito che si può parlare con l’inconscio in modo efficace rispetto a quanto avveniva un po’ per caso.
Mi piacerebbe approfondire tutti gli aspetti presentati, ho capito di aver solo aperto una porta e di aver trovato un mondo che vorrei conoscere e che mi appartiene. Esprimo il desiderio di continuare questa attività con le stesse modalità.

Questa volta ho riscoperto la voglia di disegnare per me e di dialogare con una parte molto viva che mi porto dentro e che ho trascurato. Grazie ne farò tesoro.
– Pia Maria Antonini, attivatrice di laboratori per stimolare la creatività nel campo dell’arte visiva, Milano

Mi è piaciuto l’argomento – l’imaginazione attiva e ruolo simbolico delle immagini – spiegato con chiarezza, delicatezza e passione e mi sono piaciute le esercitazioni che, pur nella loro semplicità, hanno fatto sperimentare la forza e la potenza di un lavoro con le immagini.
Giovanna Pisapia, consulente autobiografica e libroterapista, Pisa

Grazie per la tua energia e per l’amore che testimoni per la cura di sé.
– Fabrizio, Seregno (MB)

Ho trovato molto interessante l’argomento che mi sollecita molto ad un approfondimento nella misura in cui ha posto l’accento sulla cura, da intendersi come opportunità per ripristinare una certa permeabilità tra il mondo concettuale e il mondo simbolico.
Integrare il mondo infero e le sue ombre può ridurre la portata delle nostre proiezioni fantasmatiche e migliorare la qualità delle nostre relazioni.
Ho scoperto di essere potenzialmente capace di dialogare col mio inconscio come se qualcosa premesse per venire accolta.
Pietro Salamina, psichiatra, Lecce

Mi è piaciuto lo stile informale ed autentico. Il desiderio di passare saperi senza riempire di nozioni un Power Point.
– R.P., medico specialista in psichiatria, psicoterapeuta, Venezia

La dolce lentezza con cui hai spiegato 🙂 è stato molto importante trattare gli argomenti con la giusta calma.
Sono rimasto un pò “inquietato” da quanto siano vaste le terre sconosciute dentro di noi.
Mi è piaciuta la semplicità, la giusta gradualità e il senso di prudenza con cui ci hai proposto di immedesimarci in queste pratiche.
– D.C.